FORTUNA CRITICA DI FRANCO SASSI

Marziano Bernardi, critico d’arte. La Stampa, anno 1940. "...Come il Sassi sia giunto alla più personale trasfigurazione del paesaggio, conservandone integri i caratteri, tutto immaginando e fantasticando e nulla inventando: creando con un albero, una nube, un rigagnolo, una linea di orizzonte, altrettanti temi lirici..."

Cino Bozzetti, pittore.“Mostra personale del pittore Franco Sassi”  in “Il Piccolo”,  Alessandria 11 Ottobre 1947. "...L’impressione che ho provato è di essere in presenza di artista autentico. Dico manifestazione originale per la tecnica che il Sassi ha prescelto istintivamente nel voler rendere in un linguaggio suo proprio ciò che lo interessa pittoricamente..."

Marcello Boglione, incisore, docente dell’Accademia Albertina. Da una lettera personale del 20/12/ 1950.  “Ritornando al nostro incontro dell’altra volta, devo proprio ribadire che mi sono piaciuti quei tuoi lavori illustranti vecchi tronchi contorti, immersi nella luce che tu sai rendere abbagliante, totale, strana..."

Luigi Servolini. Incisore.  Lettera personale 16/3/1951. "...Conosco e apprezzo molto le sue opere e io stesso ho coltivato e coltivo l’arte della litografia incisa; la facciamo anche nell’Istituto Rizzoli che io dirigo. L’estrema difficoltà di questa tecnica, accessibile solo ad una mano di non comune bravura, fa sì che la quasi totalità dei giovani lavorino soltanto, ahimè!!, con la matita e con la penna e, quel che è peggio, quasi sempre sulla carta preparata, ignorando non solo l’antica e gloriosa pietra quanto, perfino, il suo moderno surrogato, cioè lo zinco granito..."

Vivanti, i pittori di tre regioni ad Acqui T.  in “Il Giornale del Turismo”, Roma 22 Agosto 1953.   "...Sassi, con la penna sicura dei suoi disegni...”

Emilio Zanzi, critico d’arte. Forme e colori di Acqui,  Il Corriere del PopoloGenova28 Ottobre 1953.  Citazione.  In una lettera personale Zanzi, aveva già scritto nel 1949: "...la sua ricerca grafica, mai virtuosistica e degna di un antico alluminatore di particolari, mi ha colpito e favorevolmente impressionato...”

Luigi Carluccio, critico d’arte. Arte Piemontese al Valentino.Torino in La Gazzetta del Popolo, 29 Aprile 1954. Citazione: sala nona, sala del bianco/nero, "...Ottimi i lavori degli alessandrini Dina Bellotti e Franco Sassi.

Marziano Bernardi, lettera personale, 21/7/1973. “...Continui a lavorare in piena serenità e sappia che, dal canto mio, data la qualità delle opere, confermerò sicuramente il giudizio dato a suo tempo..."

Armando Capri, critico d’arte. “ Realismo e visione nella natura di Franco Sassi “. Prefazione al catalogo della mostra personale alla Galleria Carlo Alberto di Torino, Maggio 1976: ...Allo spazio, alla lontananza, alla prospettiva inevitabile di queste piane geometriche, Franco Sassi rivolse da giovane, la sua migliore attenzione: attenzione fin d’allora puntigliosa, ma già turbata da meticolosità improvvise, da inquietudini ora amabili ora drammatiche.    

Angelo Dragone, critico d’arte. Un disegnatore alessandrino in: Stampa Sera10 Maggio 1976.  “...più di recente il Sassi ha fissato la sua attenzione su un unico tema: un rado cespuglio con il Tanaro sullo sfondo e un gruppo di cubi in cemento in primo piano, il tutto immerso in una luce che dal fondo sembra proiettarsi sull’avanti…”

Angelo Mistrangelo, critico d’arte.  Franco Sassi in: Corriere di Torino e della Provincia, Torino 14 Maggio 1976.  “….Franco Sassi traccia i riscontri di una natura corrosa, contorta dove la contrapposizione fra la compatta materia dei massi e la sinuosità dei grovigli vegetali, diviene groviglio caratterizzante…”

Marziano Bernardi, critico d’arte. Franco Sassi in: La Stampa,  Torino 19 Maggio 1976.  “…già nel lontano 1947 attirò l’attenzione diCino Bozzetti. ...piacque lo scrupolo disegnativo del giovane collega che, come lui, tentava di scoprire in una fila di vecchi gelsi, nella geometria dei solchi dei campi arati una verità vitalistica che andava oltre l’impressione ottica….”

Maria Luisa Caffarelli, critico d’arte. Per una storia dell’arte in Alessandria, dalla fine dell’800 alla seconda metà del ‘900, in La Provincia di Alessandria,  Settembre 1984.  “...l’eccessivo provincialismo del Gruppo Artistico Provinciale viene spesso mal tollerato, provocando la secessione del cosiddetto Gruppo Pellizza da Volpedo, con Botta, Canestri, Sassi, Scapparone, Taddei, Vignoli.”

Armando Capri. Critico d’arte. Il Piccolo15/3/1986.  “…La campagna che circonda la città di Alessandria è la “Natura” sulla quale, per decenni si è cimentato il disegno di Franco Sassi…Qui, appunto, tra unacascina e una allea alberata, sotto un cielo che d’inverno è brumoso e polare e d’estate brucia, lo spazio è tutto quel che può cogliere un pittore. 

Marisa Vescovo, critico d’arte. Il Paesaggio Sparito, nel testo “l’Immagine e il Sogno”, Alessandria 1995.  “…A partire da queste riflessioni, Franco Sassi si immergeva nel paesaggio padano, amico e materno, per individuare le linee di forza occulte, le inquietudini, la malattia che lo divoravano...”

Rino Tacchella.  Critico d’arte.  Catalogo mostra postuma Palazzo Cuttica, Alessandria 21 Dicembre 1996. “…ci sono i rami avviluppati dei “ Tronchi” , le geometrie rigorose dei “Prismi”, le inquietudini mascherate dei “Mostri”, le invenzioni dei “Paesaggi Medioevali”.  La semplicità e la verità del suo dipingere approdano, dopo un lungo processo creativo, ad una immagine essenziale, ad una linea immaginaria che collega il segno espressionista a visioni che rimandano all’arte giapponese.  Segni sottili e fluenti scandiscono lo spazio e rendono a volte drammatica, a volte surreale la visione generale...”

Francesco De Caria, critico d’arte. Catalogo della Mostra postuma antologica patrocinata dalla Regione Piemonte, 1998, Torino.”….l’opera di Franco Sassi ha radici lunghe, che affondano nella cultura mitteleuropea dall’antichità al nostro secolo.  L’artista alessandrino ha l’atteggiamento dell’alchimista, che scompone la materia vile del dato percettivo, per ottenere sintesi a più alto livello…Quello che l’alchimista compiva coll’acido e col fuoco, Sassi lo fa col segno, con l’ossessiva attenzione al particolare sino a far emergere forme nella forma…” 

Carlo Pesce, critico d'arte. " Franco Sassi: Il Paesaggio nei Disegni e negli Acquarelli". Mostra a Palazzo Cuttica- Alessandria. Maggio 2012: " I paesaggi di Sassi sono risolti con poche linee, eppure sembra che nulla sfugga alla sobrietà di quel tratto, con gli elementi essenziali che sono afferrati e fissati nell'atmosfera densa di luce........ In questo contesto nascono visioni fatte di zone d'ombra e di specchi di luce dove fiammeggiano i raggi del giorno."

 

MOSTRE PRINCIPALI

Personale, Galleria Privata Alessandria, 11 ottobre 1947

Gruppo Artistico Provinciale, Alessandria, 1 gennaio 1949

Mostra d’Arte nella Sala “Vittoria”, Alessandria, 25 giugno 1949

Concorso Nazionale del Disegno e dell’Incisione, Genova, 18 dicembre 1949

“Rassegna dei Pittori Alessandrini”, Alessandria Palazzo Guasco, 3 giugno 1950

Mostra Nazionale d’Arte. 106° Esposizione.   Palazzo Chiablese, società Promotrice delle Belle Arti.   Torino 22 ottobre 1950

La Quadriennale 1951.   Palazzo Sociale al Valentino.   Società Promotrice delle Belle Arti.   107° Esposizione – Torino, 3 maggio 1951

III Mostra Provinciale Artigianato Artistico.   Alessandria, maggio 1952

109° Esposizione.   Palazzo Chiablese, Società Promotrice delle Belle Arti - Torino, ottobre 1952

Esposizione Nazionale di Arti Figurative per i “Premi Città di Torino”.   Palazzo Promotrice delle Belle Arti, Torino maggio 1953

“ Pittori e Tele alle Terme di Acqui”, Acqui Terme, giugno 1953

Rassegna delle Opere dei Pittori Partecipanti al Raduno di Acqui.   Camera di Commercio Alessandria, ottobre 1953

“Arte Piemontese al Valentino” Torino, aprile 1954

“Mostra d’Arte” Gruppo Artistico Provinciale.   Camera di Commercio. Alessandria, gennaio 1955

VIII Mostra di Arti Figurative. GAP - Camera di Commercio, Alessandria, dicembre 1955

X Mostra di Arti Figurative.   Camera di Commercio, GAP Alessandria, dicembre 1957

Mostra di Artisti Alessandrini.   Camera di Commercio, GAP Alessandria, ottobre 1958

XIMostra di Arti Figurative.   Camera di Commercio, GAP Alessandria, dicembre 1958/gennaio 1959

“24 Pittori Illustrano Gabiano” - Galleria La Maggiolina, Alessandria, giugno 1959

XII Mostra di Arti Figurative.   Camera di Commercio, GAP Alessandria, dicembre 1959/gennaio 1960

XIII Mostra d’Arte Figurativa, Premio per Pittura e Scultura, Tema: “L’Artigiano”. Camera di Commercio, Alessandria, dicembre 1960/gennaio 1961

“Casale Vecchia e Nuova”, GAP, Ente Provinciale Turismo - Casale Monferrato, Biblioteca Civica, novembre 1962

XVI Mostra d’Arte Nizza Monferrato, novembre 1963

Mostra d’Arte Figurativa, GAP, Ente Provinciale Turismo, Palazzo Cuttica - Alessandria giugno 1965

Personale, Galleria Carlo Alberto - Torino, settembre 1972

VIII Mostra Nazionale di Grafica Italia Bianco e Nero, Centro Nazionale di Grafica, Arezzo febbraio 1973

Personale, Galleria d’Arte Arcobaleno, Valenza Po, luglio 1974

134° Esposizione Arti Figurative, Promotrice delle Belle Arti al Valentino - Torino, ottobre 1976

Pianura e Colline nei Pittori Contemporanei della Provincia di Alessandria, Centro Comunale di Cultura, Valenza Po, marzo 1984

Personale, Cassa di Risparmio di Alessandria, sede di Valenza Po,  marzo 1986 e giugno 1988

 

Mostre Postume:

Antologica di Palazzo Cuttica – Alessandria, dicembre 1996

Antologica di Palazzo degli Stemmi, Torino, novembre 1998

“I Fiori”, collettiva, Pinacoteca Civica, Alessandria, dicembre 2005

“Corsi d’Acqua e Percorsi”, collettiva, Palazzo Guasco, Alessandria, maggio 2006

Personale, Galleria “Triangolo Nero” Alessandria, dicembre 2006

“Alessandria Commerciale nelle Creazioni Grafiche di Franco Sassi”, Palazzo Cuttica, gennaio 2007

Personale, Galleria Comunale di Alluvioni Cambiò, maggio 2008

‘900 Cento Anni di Creatività in Piemonte – a cura di Regione Piemonte, Provincia e Comune di Alessandria, Palazzo Cuttica, Alessandria 2009

Personale, Palazzo Cuttica, Alessandria, novembre 2012

Sette Artisti per l'Apocalisse, Collegio San Giuseppe, Torino, marzo 2015

 

Acquisizioni:

Pinacoteca Civica di Alessandria -  anni vari

British Museum, Department of Prints and Drawings, novembre 2009

Civica Raccolta Bertarelli, Milano, gennaio 2010

Museo delle Cappuccine di Bagnacavallo, Ravenna, 2011

 

Biografi:

Francesco Sottomano

Camilla Bertolino